Il materasso migliore in gravidanza

woman-1118212_960_720

Il sonno è una parte fondamentale ed importantissima della nostra giornata, della nostra vita. Dormire bene ci consente di vivere bene, di vivere meglio, di evitare e di prevenire tutta quella serie di disturbi legati al non riposo, disturbi fisici e psicologici e di alleviare, o addirittura in alcuni casi curare, disturbi già preesistenti. Per dormire bene un elemento principe è il materasso. Un buon materasso ci permette di riposare correttamente e un buon materasso diventa un valido alleato per la nostra salute. Ma che caratteristiche deve possedere un buon materasso? Un buon materasso per essere definito tale deve essere il materasso giusto per noi.

Non tutti abbiamo le stesse esigenze e dunque per ognuno di no c’è il materasso giusto che varia le sue caratteristiche a seconda delle nostre necessità. Ci sono poi valori che fanno da comune denominatore per tutti i buoni materassi che sono la qualità, la resistenza, la naturalità dei materiali.

Per ognuno di noi, dunque, esiste il materasso giusto che, nel corso della vita, può cambiare cosi come cambiano le esigenze di ognuno. Chi, ad esempio, per un corretto riposo aveva bisogno di un materasso memory può essere che con il tempo abbia necessità di passare ad un materasso a molle.

I disturbi del sonno in gravidanza

Tra gli eventi che certamente influenzano la qualità del sonno c’è la gravidanza. Un momento bellissimo e particolarissimo della vita della donna che, assieme alla ovvia gioia, porta anche, talvolta, dei disturbi risolvibili con qualche accorgimento. Uno dei disturbi più lamentato dalle gestanti e forse più pesante perché influisce sul preziosissimo riposo è l’insonnia.

Durante la gravidanza si verificano cambiamenti dei livelli ormonali  (in primis quello del progesterone), si ha a che fare con carenze nutrizionali (in particolare di ferro, di sali minerali, di potassio e magnesio) e si verifica una sensazione di affaticamento generale fisico e psicologico.

La futura mamma per tutta questa serie di motivi, ai quali si deve aggiungere il frequente bisogno di andare in bagno durante la notte per la pressione del feto sulla vescica, dorme meno e male. Occorre dunque cercare di limitare i disturbi del sonno in gravidanza puntando ad attuare tutta una serie di accorgimenti.   Il sonno, il corretto riposo consente di affrontare al meglio questo delicato periodo, per questo è importantissimo scegliere il materasso giusto. Vediamo quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere il materasso da utilizzare durante  la gravidanza.

Come scegliere il materasso per la gravidanza

Il materasso perfetto per la gravidanza dovrebbe avere queste caratteristiche:

  • deve essere in grado i sostenere il nostro corpo, e le continue mutazioni di forma e peso. Il peso e soprattutto  il bilanciamento del corpo subiscono continue mutazioni molto nel corso dei nove mesi della gestazione dunque ci vuole un materasso capace di supportare in particolare schiena, bacino e gambe.
  • deve essere in grado di adattarsi al meglio al cambiamento del corpo, in continua evoluzione
  • deve favorire la circolazione del sangue (in particolare nelle  caviglie e nelle gambe)
  • deve essere in grado di agevolare i movimenti notturni.

Le qualità del materasso a molle indipendenti

Questo insieme di caratteristiche, previo ovviamente i gusti personali che rappresentano il primo parametro di scelta, portano al materasso a molle insacchettate indipendenti.

Il materasso a molle insacchettate indipendenti gode della portanza differenziata delle singole zone adattandosi  al corpo e a tutti i suoi cambiamenti, L’indipendenza delle molle insacchettate fa si che le molle si muovono in completa autonomia rispondendo alle singole pressioni del corpo in maniera differente in base al peso. Il  materasso inoltre agevola i movimenti, i cambi di posizione e non reca disturbo al partner.

Occorre fare attenzione quando si acquista il materasso a molle, nello specificare la tipologia, ossia che si tratti di un materasso a molle “insacchettate ed indipendenti”, questa tipologia di materasso, rispetto al materasso a molle tradizionali,  garantisce un accoglimento del peso del corpo differenziato zona per zona. Le molle agiscono in maniera del tutto indipendente e garantiscono un sostegno differenziato a seconda della pressione del corpo.

Inoltre il  materasso a molle indipendenti insacchettate gode del vantaggio dell’ ergonomia, la stessa che si trova nei  dei materassi in schiuma, infatti le molle indipendenti si adattano alla sagoma del corpo.

La donna in gravidanza può altresì orientarsi verso i materassi a micro molle indipendenti ad accoglienza progressiva un’evoluzione dei materassi a molle indipendenti. Questi materassi godono di un sistema ad accoglienza progressiva ed hanno un esclusivo sistema di molleggio a doppio strato di molle rivestite e indipendenti che accoglie e asseconda il corpo e sostiene il corpo.

In fase di acquisto è bene farsi consigliare dal rivenditore e provare il materasso per qualche minuto. E’ importante affidarsi a negozi che garantiscono la qualità dei prodotti.

Come favorire il sonno in gravidanza

Oltre a scegliere il materasso giusto, durante la gravidanza si possono prendere altri provvedimenti per favorire il sonno, vediamo quali:

  • Si può rendere più morbido il materasso integrandolo con strati di schiuma elastica a portanza differenziata, come il Memory o come la schiuma di lattice
  • Si possono altresì abbinare gli strati in superficie a contatto con la pelle, con lana, cotone o seta. Si può scegliere un rivestimento in grado di facilitare la traspirazione, anallergico e antibatterico.
  • Si può inserire un topper imbottito dell’altezza di circa 3 o 4 centimetri, in lattice o in visco elastico che possa aumentarla sensazione di  comfort distribuendo in maniera ancora più efficace il peso corporeo

Ci sono poi consigli che esulano dalla scelta del materasso ma che contribuiscono a migliorare e favorire il sonno durante i nove mesi:

  • Mantenere una Dieta Sana e Fare Esercizio Fisico per scongiurare il rischio di crampi alle gambe
  • Soprattutto la sera evitare cibi pensanti
  • Bere una tisana o una tazza di latte caldo prima di coricarsi per conciliare il sonno
  • Prendere gli integratori se prescritti dal ginecologo
  • Se si soffre  di bruciori di stomaco è opportuno utilizzare più cuscini per sorregge la testa durante il sonno.
  • Evitare le bevande contenenti caffeina soprattutto prima di andare a letto.
  • Rendere la camera da letto il più rilassante possibile
  • Per conciliare il sonno leggere un buon libro o ascoltare musica rilassante
  • Indossare un pigiama o una camicia da notte comodi
  • Pensare positivo ed evitare di pensare ai problemi durante la sera
  • In camera da letto si deve mantenere una temperatura confortevole. Durante la gravidanza la donna genera un’eccessiva quantità di calore, è bene tenere presente questo elemento prima di scaldare troppo l’ambiente.

FAQ

Il materasso che si acquista in gravidanza può essere usato anche dopo la gravidanza?

La gravidanza è un evento che può fungere da stimolo per cambiare materasso. Il materasso è un acquisto importante anche sotto il profilo economico, quindi è ovvio che il materasso che si acquista per questa occasione sarà utilizzato anche dopo i nove mesi di attesa. E anche dopo continuerà ad offrire quelle caratteristiche e quella qualità che hanno indotto al suo acquisto. Anche nella fase successiva al parto il corpo della donna continua la sua mutazione, questa volta “al contrario”, per tornare allo stato di partenza (o quasi), quindi il principio di sostegno differenziato rimane invariato.

Il materasso adatto per la gravidanza sarà opportuno per accogliere il bebè in caso lo volessi fare dormire nel lettone?

Qualora si optasse per la scelta di avere il bebè nel lettone (anche per agevolare l’allattamento al seno) è, in prima battuta,  opportuno adottare tutte le misure di sicurezza previste per questi casi. Per quel che concerne il materasso, in caso si dorme con il neonato è indispensabile scegliere rivestimenti anallergici e antibatterici, occorre evitare il cuscino (utilizzare quelli appositi per allattamento) ed evitare piumoni e coperte ingombranti.

Da quando sono incinta durante la notte mi muovo in continuazione e non riesce a dormire nemmeno mio marito, come posso fare?

Un materasso a molle indipendenti può ovviare al problema perchè si adatta alla sagoma del corpo e le molle si muovono indipendentemente una dall’altra, per questo il partner non risente dei movimenti.

 

 

 

COSA NE PENSANO I NOSTRI LETTORI.
TI E' PIACIUTA LA NOSTRA GUIDA? DAGLI UN VOTO
[Totale: 0 Media: 0]

Cosa ne pensi?